Per visualizzare i filmati presenti sul sito AGB è necessario il modulo aggiuntivo (plug-in) QuickTime.

Uomini del Golfo

un film di Tullio Bernabei e Alessandro Beltrame
coordinamento ed edizione: Tullia Ferreri
riprese video: Alessandro Beltrame, Tullio Bernabei, Rodrigo Flores
postproduzione: Carlo Bertolotto
coordinamento logistico: Lino Ruiu
musiche: Daniele Cestana
produzione: AGB Studio Video © 2007
per: Regione Autonoma della Sardegna, Assessorato del Turismo, Artigianato e Commercio
progetto a cura di: Associazione Nazionale del Pesce di Mare
coordinamento: Tiziano Onnis

Il documentario è ambientato nel Golfo di Orosei, in Sardegna. La costa a sud di Cala Gonone, nei territori di Dorgali e Baunei, è un’area ancora molto integra. Rocce calcaree e macchia mediterranea si integrano in una natura selvaggia, affacciata su un mare intensamente azzurro.

La storia segue alcuni momenti della giornata di pastori e pescatori che continuano a svolgere, a poca distanza l’uno dall’altro, lavori antichi.
Terra e mare: due mondi confinanti, vicini nello spazio fisico ma apparentemente molto distanti. Due mondi che invece in questo angolo di Sardegna hanno qualcosa in comune: una tradizione antica di scambi, amicizia e rispetto la cui memoria va, come molte altre cose, perdendosi nel tempo.

Il pastore Filippo e l’amico Lino, durante la serata passata davanti alla brace nell’ovile di Toddeittu, rievocano le tradizioni, le usanze e la vita di un passato che sembra ormai molto lontano, incalzato dalla crisi della pastorizia artigianale: attività fatta di uomini e greggi persi sulla montagna, oggi protagonista di un lento e inesorabile declino, soverchiata dall’aumento dei costi e dalla competizione della produzione industriale.
Lo ribadisce anche un altro giovane pastore, Lino, che mentre prepara il formaggio dal latte di capra ci racconta di come tenta di resistere al richiamo di lavori più comodi e meglio pagati, opponendosi all’abbandono di una tradizione secolare tramandata di padre in figlio.

Sul mare del Golfo incontriamo invece il pescatore Livio, che ricorda le origini della pesca nella zona, a cominciare dalle transumanze ponzesi, e la propria storia personale.

Nel tardo pomeriggio, presso la spiaggia di Cala Cartoe, i pastori con il loro gregge avvistano la barca di Livio, che scende a terra a salutarli. Un po’ di pesce finisce sulla brace, mentre dalla sacca di Filippo escono caglio e formaggio.
Il rito antico del baratto, che per decine di anni ha sostenuto la semplice economia di questi luoghi a confine tra terra e mare, si ripete ancora una volta. Ora non lo si fa più per necessità, ma solo per ribadire il valore dell’amicizia, dello stare assieme.
Per difendere un legame antico tra persone che amano profondamente la loro terra, e la rispettano. Persone che sanno bene come buona parte del futuro dipenda dal difficile, sempre più difficile equilibrio tra uomo e natura.

Video Clips
Click per visualizzare il filmatoClick per visualizzare il filmatoClick per visualizzare il filmatoClick per visualizzare il filmatoClick per visualizzare il filmatoClick per visualizzare il filmatoClick per visualizzare il filmatoClick per visualizzare il filmatoClick per visualizzare il filmatoClick per visualizzare il filmatoClick per visualizzare il filmatoClick per visualizzare il filmato

PhotoGallery


_c_8_Pesce-Dimenticato-BKSTG-57_c_8_Pesce-Dimenticato-BKSTG-150_c_8_Pesce-Dimenticato-BKSTG-76_c_8_Pesce-Dimenticato-BKSTG-02_c_8_Pesce-Dimenticato-BKSTG-24_c_8_Pesce-Dimenticato-BKSTG-53_c_8_Pesce-Dimenticato-BKSTG-128_c_8_Pesce-Dimenticato-BKSTG-42_c_8_Pesce-Dimenticato-BKSTG-06_c_8_Pesce-Dimenticato-BKSTG-40_c_8_Pesce-Dimenticato-BKSTG-159_c_8_Pesce-Dimenticato-BKSTG-35_c_8_Pesce-Dimenticato-BKSTG-36_c_8_Pesce-Dimenticato-BKSTG-138_c_8_Pesce-Dimenticato-BKSTG-86_c_8_Pesce-Dimenticato-BKSTG-130_c_8_Pesce-Dimenticato-BKSTG-164_c_8_Pesce-Dimenticato-BKSTG-114
 
Collegamento alla Home Page